L’annus horribilis di Johnny Depp

Gossip

Scritto da: Redazione • 5 Gennaio 2021
Sei in:  / Home / Gossip / L’annus horribilis di Johnny Depp

Johnny Depp (Sweeney Todd) in un recente post natalizio su Instagram ha augurato ai fan un «futuro migliore dopo un duro 2020». A dire il vero per il divo cinquantasettenne l’anno che sta per terminare – al netto del coronavirus – è stato, più che duro, horribilis. Quasi tutto da dimenticare. E anche i mesi che seguiranno al brindisi del 31 dicembre si prospettano, per lui, densi di nubi.
La caduta dell’attore ruota tutta attorno al divorzio da incubo con Amber Heard. I due, che sono detti addio nel 2017 tra reciproche accuse di violenze domestiche, lo scorso luglio si sono ritrovati faccia a faccia in tribunale nell’ambito del processo intentato da Depp al Sun che l’aveva definito un «picchiatore di mogli».
Tre settimane di udienze in cui sono stati dati in pasto al mondo i raccapriccianti retroscena di un matrimonio a base di violenza, sangue, alcol, droghe e degrado.
L’attore aveva deciso di procedere contro il tabloid, come aveva spiegato lo scorso luglio l’avvocato David Sherborne nell’arringa finale, perché l’etichetta di «violento» «distrugge la sua reputazione e pone fine alla sua carriera a Hollywood». Quello che era uscito fuori dal processo era comunque un ritratto poco edificante per Depp, che fra l’altro aveva ammesso l’abuso di droghe («uso tutte quelle che esistono») e aveva raccontato come era riuscito a dilapidare una fortuna (650 milioni di guadagni). Anche se il divo avesse vinto la causa, profetizzavano all’epoca i media, «dopo tutto quello che si è sentito non è detto che riesca a ripulire la sua reputazione per ritornare sul set».
Ma la sentenza del processo, arrivata i primi di novembre, ha sancito la sconfitta del divo. E il tracollo della sua carriera. La causa persa contro The Sun ha trascinato nella polvere, come in un irrefrenabile effetto domino, l’esposizione pubblica del divo de I pirati dei Caraibi. Pochi giorni dopo la sentenza la Warner Bros ha allontanato Depp dal set di Animali Fantastici 3. I fan di Johnny hanno scatenato un putiferio – tra petizioni e campagne di vario genere – ma non c’è stato verso: l’attore, che aveva iniziato a girare a Londra il terzo film della saga, è stato costretto a cedere le vesti del proprio personaggio (Grindelwald) a Mad Mikkelsens.
Resta il fatto che per la star, dalle parti di Hollywood, tira una bruttissima aria. Che non sembra destinata a migliorare neanche quando Johnny si sarà  lasciato alle spalle questo orribile 2020. Anche negli Stati Uniti, infatti, ci sarà presto una causa. Dopo che Amber Heard aveva raccontato sul Washington Post di essere stata vittima di violenze domestiche, l’ex marito l’aveva accusata di diffamazione. In ballo, in questo caso (la  convocazione in aula è prevista per il 2021), c’è un risarcimento da 50 milioni di dollari. Ma ora che Depp ha perso a Londra, la strada pare tutta in salita. (Fonte: vanityfair.it – Roberta Mercuri)

© Musical.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER, Resta aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del musical.

©2021 MUSICAL.IT - P.I. e C.F. 01262820432