Addio a Lelio Luttazzi

News

Scritto da: Redazione • 8 Luglio 2010
Sei in:  / Home / News / Addio a Lelio Luttazzi

Il maestro, compositore, presentatore e atttore Lelio Luttazzi è morto la scorsa notte nella sua casa, a Trieste. Aveva 87 anni e soffriva di una neuropatia. La citta’ di Trieste – ha reso noto il sindaco, Roberto Dipiazza – l’onorera’ allestendo la camera ardente nella sala del Consiglio Comunale. Luttazzi è stato uno dei personaggi di maggior successo della canzone italiana degli anni ’50 e ’60 ma soprattutto un protagonista della tv, dell’epoca d’oro di Studio Uno, della radio e del cinema, dove ha preso parte anche ad alcuni film musicali degli anni sessanta. Tra i successi scritti da Luttazzi ricordiamo  "Una zebra a pois", cantata da Mina, "Il giovanotto matto", il classico di Ernesto Bonino, "Il favoloso Gershwin", "Promesse di marinaio" fino a quella che rimane la sua interpretazione più famosa e nostalgica, "El can de Trieste".  Aveva iniziato la sua carriera nella rivista teatrale dove aveva scritto le musiche soprattutto per i testi di Scarnicci e Tarabusi come "Barbanera bel tempo si spera" con Ugo Tognazzi ed Elena Giusti, "Tutte donne meno io" con Macario e Carla Del Poggio nella quale era inserita la celebre "Souvenir d’Italie". Toccò l’apice della popolarità grazie ad "Hit Parade" uno dei più longevi programmi radiofonici e primo esempio italiano di trasmissione dedicata alle classifiche discografiche. Fu inoltre tra i primi ad inserire nella canzone italiana le strutture del jazz, un modo di comporre swingato che ha il suo primo esempio in "Muleta mia", una canzone scritta per Teddy Reno.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER, Resta aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del musical.

©2019 MUSICAL.IT - C.F. 02634550400 - P.I. 13258930158