Conoscete i burattini di Compagnia della Rancia?

News

Scritto da: Redazione • 12 Maggio 2012
Sei in:  / Home / News / Conoscete i burattini di Compagnia della Rancia?

Il Teatro della Luna di Milano, a conclusione di una stagione decisamente varia ed innovativa, dedica due appuntamenti anche ai più piccoli, con una forma di teatro sempre affascinante: i burattini. Il segreto del successo di questa forma espressiva sta nel rapporto burattino-pubblico, arricchito dalla presenza dell’elemento musicale, che contribuisce a creare un clima festoso e a mantenere alta l’attenzione dei bambini.

Sarà Il Gran Teatro dei Burattini di Rancia Verdeblu ad offrire questi appuntamenti, collaudati da una lunga esperienza: la tecnica espressiva – semplice e immediata – è unita a una particolare cura per la “baracca”, per gli oggetti, per gli originali burattini e alla scelta di storie e musiche che traggono ispirazione da fiabe antiche e presenti nella crescita di ogni bambino. Come succede per le fiabe “narrate”, i piccoli spettatori spesso desiderano rivederle e dopo lo spettacolo, ne canticchiano i ritornelli: “Mi racconti ancora la storia di….?”

Il primo dei due appuntamenti, che avranno luogo nel Foyer del Teatro della Luna,  è per domenica 13 maggio, con doppia rappresentazione: alle ore 11 ed alle ore 16. Si tratta di “Fiabe Popolari”, testo e figure Ada Borgiani, Ludovica Benadduci con musiche  di Aldo Passarini. Tratte dalla raccolta di “Fiabe Italiane” di Italo Calvino, nelle “Fiabe Popolari” si ritrovano gli elementi originari delle più grandi e famose fiabe antiche, con un’attenzione particolare alle tradizioni e alle radici. I bambini potranno seguire con grande partecipazione le vicende di Peppinello, il ragazzo che doveva cercare il Diavolo, di Pitichì e l’Orco e di Cicella, la fanciulla costretta a trasportare l’acqua con un cestello, fino al delizioso finale con Gallo Cristallo, un intreccio di fiaba-filastrocca carica di ritmo e musicalità che si trasforma in un ritornello che resta in mente: “Gallo Cristallo, Gallina Cristallina, Oca contessa, Anatra badessa, Uccellino Cardellino si va subito alle nozze di Pollicino”.

Si passerà poi a sabato 19 maggio, con recite alle ore 15 ed alle ore 17, quando potremo assistere a “W Mozart”: adattamenti e regia di Ada Borgiani, decorazione fondali e pupazzi di Carla Accoramboni, musiche Mozart/da Mozart con elaborazioni di Aldo Passarini; arie cantate da Emanuele Ferrarini (baritono), Federica Gennaro (soprano), Manuele Marotti (tenore), Silvia Marucci (soprano), Gilberto Montali (basso). Le opere teatrali che si è deciso di raccontare attraverso i burattini, per singolare coincidenza, sono la prima e l’ultima che Wolfang Amadeus Mozart scrisse, applicando il suo prodigioso talento musicale a racconti mitici e leggendari. I “Burattini all’Opera” hanno inizio con la storia di “Bastiano e Bastiana”, musicata da Mozart quando aveva solo 12 anni: Bastiana, giovane pastorella dal cuore infranto, teme che il suo innamorato, Bastiano, non la ami più, attratto invece da una bellissima e misteriosa Signora del Castello. Colas, l’indovino del villaggio, al suono della zampogna e con l’aiuto di un elemento magico, ma soprattutto grazie a buonsenso e astuzia, restituirà la felicità ai due giovani innamorati. Dalle atmosfere bucoliche si passa quindi al “Flauto Magico” con Astrifiammante, la Regina della Notte, e Sarastro, depositario della Luce, di Tamino, il principe eroe, e Papagheno, uomo-uccello, eroe suo malgrado: anche in questo caso, superati i percorsi più tortuosi e difficili, com’è tradizione nelle fiabe trionfano l’amore e la felicità. Gran finale con una allegra e vivacissima sfilata dei personaggi mozartiani che proporranno le arie più famose adattate per essere conosciute e cantate anche dai più piccoli.
I biglietti sono in vendita nel circuito TicketOne e direttamente al botteghino del teatro prima delle rappresentazioni.
 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER, Resta aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del musical.

©2019 MUSICAL.IT - C.F. 02634550400 - P.I. 13258930158