La crisi colpisce anche i musical a Broadway

News

Scritto da: Redazione • 24 Novembre 2008
Sei in:  / Home / News / La crisi colpisce anche i musical a Broadway

La crisi economica internazionale produce i suoi effetti anche su Broadway. Infatti se alcuni titoli "storici" come "The Phantom of the Opera" continuano ad attirare spettatori e non accennano (almeno apparentemente) a parlare di chiusura, sono molti gli show che faticano ad affermarsi e che, in qualche caso, sono costretti a chiudere anticipatamente. L’ultimo musical in ordine di tempo ad aver fissato la chiusura per il prossimo 4 gennaio è "Young Frankenstein": il sipario calerà definitivamente dopo 30 preview e 484 repliche. Alla stessa data ultima replica anche per il nuovissimo "13", musical giovanilistico che è riuscito a stare in scena solo per 105 repliche, e per "Hairspray", che però può vantare una tenitura di tutto rispetto. L’11 gennaio chiuderà poi anche "Monty Python’s Spamalot" dopo 4 anni di successi, ed il 18 il celebrato "Spring Awakening", dopo 859 repliche. Pochissimo è poi durato "A Tale of Two Cities", che ha chiuso lo scorso 9 novembre dopo solo 60 recite. A ottobre ha chiuso anticipatamente anche "Legally Blonde", dopo quasi 600 repliche. Vedremo ora il destino degli ultimi arrivi: "Billy Elliot", "Shrek" ed il revival di  "Pal Joey" con Stockard Channing (la Rizzo del film "Grease") e due altri divi televisivi americani.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER, Resta aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del musical.

©2019 MUSICAL.IT - C.F. 02634550400 - P.I. 13258930158