Musical di Duke Ellington a Bologna

News

Scritto da: Redazione • 5 Luglio 2008
Sei in:  / Home / News / Musical di Duke Ellington a Bologna

Il mendicante Macheath, protagonista della Beggar’s Opera di John Gay, ritorna ancora a Bologna – dopo l’allestimento dello scorso marzo con la regia di Lucio Dalla – in "The Beggar’s Holiday",  la versione per Brodway che nel 1946 ne fece Duke Ellington con il librettista John La Touche e con Dale Wasserman. L’omaggio del Teatro Comunale di Bologna  a un mostro sacro come Duke Ellington è particolarmente sognificativo perché l’allestimento bolognese di The Beggar’s Holiday, in scena l’11 e il 12 luglio (al Teatro Comunale alle 20,30, ingresso gratuito),  è di fatto la prima europea di questa poco nota versione jazz di un classico del teatro inglese. La rappresentazione si deve anche alla collaborazione con la Bernstein School Of Musical Theatre di Bologna, che ha fornito il cast di cantanti-attori-ballerini e le coreografie. La regia è di Gianni Marras, Direttore e supervisore degli arrangiamenti Fabrizio Festa, Direttore Musicale Shawna Farrell, scene di Stefano Iannetta, coreografie di Marcello Fanni, luci di Andrea Oliva. La versione italiana porta la firma di Alessandro Brachetti. Un’importante opportunità  per riscoprire brani della produzione ellingtoniana caduti nell’oblio, anche per l’assenza di tracce discografiche. Solo pochi brani furono ripresi e inseriti  nel repertorio dell’orchestra e incisi: il medium bluesy “Take Love Easy”, la ballad “Brown Penny”, mentre  “Maybe I Should Change My Ways” era un inedito pubblicato nel triplo CD postumo. L’ambientazione interrazziale era il valore aggiunto che Ellington  e i suoi collaboratori davano al lavoro: infatti, ancora nel secondo dopoguerra, portare in scena a Broadway una vicenda in cui bianchi e neri interagissero fuori dallo stereotipo del rapporto servo-padrone, risultava trasgressivo. Uno dei motivi per cui la Beggar’s Holiday, – in cui c’è un riferimento esplicito ad una relazione amorosa tra protagonisti di razza diversa, tabù ancora inaccettabile per una larga maggioranza di pubblico dell’epoca, –  pur riscuotendo un discreto plauso di critica, ebbe scarso riscontro di pubblico. La produzione subì  addirittura  boicottaggi e veri e propri picchetti davanti al teatro, e fu costretta a chiudere i battenti dopo appena 110 repliche. Il regista Gianni Marras attualizza – come già fece Duke Ellington – la figura del protagonista, antieroe ai margini della società, anche se la nuova messa in scena di Beggar’s Holiday a Bologna resta fedele ai ruoli e all’ambientazione originarie, così come le musiche. La trama è quella che già conosciamo, anche per averla recentemente rivista proprio a Bologna nell’allestimento curato da Lucio Dalla: una versione aggiornata di quella narrata da Gay, con  un mondo popolato da sordidi malavitosi, dame dissolute e accattoni. Protagonista la fauna della strada, persa nei suoi traffici, ma soprattutto descritta nella lotta per la sopravvivenza tra baracche, bordelli e prigioni.

Nel cast Alessandro Brachetti nel ruolo di Happy Mac/Mendicante (Riccardo Simone Berdini nella replica del 12), Susanna Pellegrini in quello di Jenny (Martina Pezzoli il  12), Loredana Colizzi è Lucy. Polly sarà Valentina Beretta (Micaela Ester Perardi il 12), Alessio Schiavo e Alina Mancuso rispettivamente Mr e Mrs Peachum (Michael Anzalone e Tania Polla il 12); Luca Santamorena nel ruolo di Capitano Lockit (il 12 Roberto  Fabra) e Daniele Palumbo in quello di Pete Faina (Mauro Di Maggio il 12).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER, Resta aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del musical.

©2019 MUSICAL.IT - C.F. 02634550400 - P.I. 13258930158