Pandimiglio e Giacomelli Ferrarini a “Could We Start Again?”

News

Scritto da: Redazione • 21 Gennaio 2021
Sei in:  / Home / News / Pandimiglio e Giacomelli Ferrarini a “Could We Start Again?”

Donatella Pandimiglio e Luca Giacomelli Ferrarini, due protagonisti indiscussi del teatro musicale italiano, parteciperanno al dodicesimo appuntamento con “Could We Start Again?” in onda Lunedì 25 Gennaio alle ore 21.
Ci parleranno delle loro tante esperienze teatral-musicali e dei grandi artisti con cui hanno collaborato, tra video, sorprese, e l’immancabile intervista doppia.
A condurre lo show ci saranno come di consueto il presentatore Andrea Celeghin, l’autore Franco Travaglio, e il critico Roberto Mazzone.
L’appuntamento per tutti gli appassionati è sulla pagina web della trasmissione, sul sito ufficiale e sulla pagina YouTube ufficiale.

Could We Start Again è un web-show che dal 12 giugno 2020 affronta la difficile situazione del teatro mondiale in tempo di pandemia, coinvolgendo i più grandi artisti italiani. Le undici trasmissioni andate finora in onda hanno superato le 10000 visualizzazioni.

Donatella Pandimiglio nasce artisticamente alla fine degli anni ’70 ed il suo esordio e’ stato immediatamente ad altissimo livello come vocalist/cantante di importanti colonne sonore per il cinema: ricordiamo “A noi due” (musica F. Lai, regia C. Lelouch con Catherine Deneuve) anno 1979, e “ Nessuno e’ perfetto” (musica R. Ortolani con R. Pozzetto e O. Muti) 1981; partecipa poi a importanti festival internazionali come: Atami Festival (Giappone) anno 198. Vince il Festival Canzone Maltese, anno 1984. Presto si avvicina al teatro che trova essere il suo habitat naturale. ricordiamo: “madame blanche” debutto Teatro Metastasio di Prato, protagonista, anno 1985/86 – 1986/87. “Vaudeville” con Leo Gullotta 1990/1991.
Alla fine degli anni ’80 ne “I 7 re di roma” debutta al Teatro Sistina di Roma : un duplice grande decisivo incontro, con Gigi Proietti e con Nicola Piovani, con il quale poi ha collaborato per circa 20 anni. Con la coppia Piovani/Cerami ricordiamo in particolare una collaborazione ultra-ventennale tra cui: “Le cantate del fiore e del buffo”, “Il signor novecento”, “Canti di scena”, “Semo o nun semo”.
Tra i suoi spettacoli merita rilievo la commedia musicale, di cui è stata autrice/protagonista “Backstage”(‘ E figlie so’ figlie) nelle stagioni 2001/2002 e 2002/2003.
Ricordiamo inoltre i suoi spettacoli con relativa uscita in cd: “Melodica” scritto, diretto e prodotto da G. Proietti (1997/99), “A piedi nudi nell’anima” (2005/06/07), “Aspettando Barbra” omaggio a B. Streisand (2007/2008), “Be Italian” recital 2010/11. “Il Monaco nel Letto” (ispirato al famosissimo “‘O Scarfalietto”) commedia musicale protagonista con Gianni Nazzaro e musiche di Stefano Fresi, primo esempio di riscrittura di una grande commedia italiana con inserimento di musiche trasformandola in commedia musicale. Si evidenzia una importante collaborazione sia come casting, vocal/coach che interprete dell’opera musical del maestro Riz Ortolani , “Il principe della gioventu’ ” con la regia di P. Luigi Pizzi (debutto Teatro La Fenice di Venezia 2007).
Nel 2014 al TODI FESTIVAL è protagonista in prima assoluta della versione italiana, nel ruolo di Norma Desmond, del grande Musical “Sunset Boulevard” di A. L. Webber, Musical portato al successo in America negli anni ‘90 nella versione di Glenn Close.
Nel 2015 crea uno spettacolo Omaggio a Vincenzo Cerami “Pensieri Così” con musiche di Nicola Piovani. Nel 2016 è protagonista di una novità assoluta “Marlene L’Unica Moglie” con la regia di Marco Mattolini.
Nel 2018 debutta al Teatro Carlo Felice di Genova in “AN AMERICAN IN PARIS” regia F. Bellone in prima assoluta italiana, con la partecipazione straordinaria nel ruolo di Madame Baurel e la scorsa stagione 2019/2020 la troviamo in scena al Teatro Sistina di Roma nello spettacolo “Mary Poppins” nel ruolo de La Vecchietta dei piccioni. (produzione Disney & Cameron Mackintosh).
Esporta alcuni suoi successi anche all’estero. È inoltre casting e vocal coach di vari spettacoli importanti (tra tutti Rugantino di Enrico Brignano) e docente, da circa 30 anni, di tecnica vocale e interpretazione per importanti scuole di teatro tra cui ricordiamo: il Laboratorio di Arti Sceniche, diretta da G. Proietti, l’Accademia del musical di Prato diretta da Simona Marchini, la Corrado Pani diretta da Pino Insegno, l’Accademia Internazionale del Musical, la prima e unica scuola di doppiaggio cantato Ermavilo diretta da Virginia Brancucci.

Nato a Villafranca di Verona, figlio del soprano Alida Ferrarini, Luca Giacomelli Ferrarini inizia a studiare a otto anni conseguendo nel 2005 il diploma in Recitazione, Dizione e Arte Scenica al Gymnasium Theatrale Fondazione ‘G. Toniolo’ di Verona, diretto da Luciana Ravazzin, sua prima guida artistica. Successivamente intraprende gli studi universitari all’Accademia di Belle Arti di Verona, laureandosi nel 2008 a pieni voti in Scenografia e Costume per lo Spettacolo.
Il canto, la danza e la recitazione però, continuano ad essere le principali passioni di Luca e lo spingeranno a tentare nuove strade. Si sposta a Milano per frequentare la Scuola del Musical SDM, Accademia delle Arti Performative fondata da Saverio Marconi. Durante il percorso di studi milanesi, ha la possibilità di debuttare alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi nell’opera di Tennessee Williams, Lo zoo di vetro, diretto da Marco Iacomelli. Nel 2010 viene scelto da Saverio Marconi per Cats di Andrew Lloyd Webber, e Happy Days – A new musical, trasposizione teatrale della famosa serie TV, dove interpreta Richie Cunningham. Nel 2012 prende parte al musical Titanic – Il racconto di un sogno, spettacolo celebrativo per i cento anni dall’affondamento del famoso transatlantico accompagnato dalle musiche di Ennio Morricone e diretto da Federico Bellone.
Nel 2013 viene scelto da Giuliano Peparini per interpretare il ruolo di Mercuzio in Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo, opera di Gérard Presgurvic prodotta da David Zard, che gli conseguirà il Premio Nazionale ‘Sandro Massimini 2015’ «per il talento naturale che dà forza e valore ai personaggi interpretati dal giovane performer. In particolare nella grande personalità espressa nell’interpretazione di Mercuzio, personaggio difficile, complesso, dalle mille sfaccettature, che Giacomelli Ferrarini rende con straordinario acume e capacità interpretativa». Tra le varie produzioni successive ricordiamo Fame, Saranno Famosi (Nick Piazza) al Teatro Nazionale di Milano e al Teatro San Babila di Milano, Next To Normal (Gabe Goodman) al Teatro Coccia di Novara, West Side Story (Tony) inaugurazione della Stagione Lirica 2018 al Teatro Carlo Felice di Genova e all’Opera di Firenze, Processo a Pinocchio (Beppe) al Teatro Sistina di Roma, La Congiura (Giuliano De’ Medici) all’Opera di Firenze, Sweeney Todd (Anthony Hope) al Teatro Colosseo di Roma, e ben due collaborazioni con Renato Zero nei tour nazionali 2016 Alt in Tour (Glitter) e 2017 Zerovskij, solo per amore (N.N.). Prossimamente sarà tra i protagonisti del capolavoro di Bram Stocker, Vlad Dracula nel ruolo di Jonathan Harker al Teatro Ghione di Roma.

© Musical.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER, Resta aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del musical.

©2021 MUSICAL.IT - P.I. e C.F. 01262820432